Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lunedì 27 Febbraio 2017 - Juniores

Partiamo dal 75esimo minuto: Di Bella, fino a quel momento ineccepibile e insuperabile  sulla fascia sinistra in fase difensiva, sbaglia un appoggio e arma il destro dell'avversario: traversa. Sugli sviluppi della stessa azione, palla in mezzo e tocco col braccio di Cicatelli, rigore per loro, trasformato. 0-1, e una prestazione da urlo dei nostri Juniores si è dispersa per colpa di un solo sbandamento.

Salvadori, dal canto suo, se l'è giocata a viso aperto, schierando il suo 4-3-3 ideale, con uno scambio di posizioni tra Gabbiani e Chiari, solitamente centrale e terzino, che ha suscitato sorpresa e interesse, ma che, soprattutto, ha dato i suoi frutti.

Il Sesto ha tenuto il pallino del gioco, vacillando sulle sporadiche quanto pericolose ripartenze ospiti, ma ora Fanetti, ora la difesa quadricipite hanno sempre detto di no agli avanti blucerchiati. Dall'altra parte, Mejia si è visto annullare giustamente un gol per off-side, mentre Mannini non è arrivato di un soffio sul delizioso invito di Poggesi. Sulla sirena della prima frazione, ancora occasioni: Fanetti  ha messo  i guantoni su un'incornata da corner, Mejia  ha concluso  a lato di un nulla dopo un batti e ribatti in area. La ripresa sembrava preludere allo 0-0, il risultato più giusto, ma dopo un altro appuntamnto col gol fallito da Mejia  su un cross leggermente lungo di capitan Metti, ecco l'episodio incriminato. Il forcing finale dei nostri è culminato in una situazione confusa davanti all'estremo difensore ospite, che però, alla fine, è riuscito a far sua la sfera e a soffocare la fiamma della speranza gialloblu.

Veramente un peccato, ma ne usciamo a testa altissima, abbiamo una squadra di grande valore. E se non avessimo perso qualche punto di troppo lungo la strada...